800767846 info@euci.org

L’ottenimento di una certificazione ISO viene spesso vista come una procedura complessa e dispendiosa, sia in termini di risorse che di tempo. Questo aspetto purtroppo spinge molti imprenditori a scoraggiarsi facilmente e a non intraprendere questo percorso. Così facendo però si rischia di rinunciare a implementare la propria organizzazione e a far sfumare via le nuove opportunità di business.

Ma le vere difficoltà emergono quando ci si appresta a scegliere l’ente di certificazione. Vediamo il perché.

 

Ecco perché una certificazione ISO non è solo un “pezzo di carta”

L’errore comune di chi sceglie di certificarsi con una ISO è di focalizzare tutti i propri sforzi nell’ottica di ottenere un attestato/documento certificato, ma senza comprendere i reali benefici per l’organizzazione. Questo tipo di approccio porta alcuni imprenditori a fare scelte affrettate e non sicure.

Tuttavia, certificare la propria azienda significa creare un sistema aziendale con processi e procedure certe che permettono di avere una struttura chiara e ottimizzata. Infatti, un’organizzazione certificata risulta avere maggiore credibilità agli occhi dei clienti e maggiori possibilità di concretizzare nuove opportunità di business.

Implementare la propria organizzazione con dei sistemi certificati è una procedura che richiede una ricerca attenta che è frutto di un’analisi dell’ambiente circostante.

Il conseguimento di una certificazione deve necessariamente avvenire attraverso un ente di certificazione accreditato, ma non sempre questa scelta risulta semplice.

Una scelta affrettata può portare ad alcune complicazioni:

  • lunghi tempi di attesa: una comunicazione precaria può essere una delle principali cause del rallentamento nell’ottenimento di una certificazione;
  • sprechi di risorse economiche: la scarsa coordinazione tra azienda e ente di certificazione porta a dover sostenere costi non sempre necessari;
  • non elevata competenza dell’ente di certificazione: comportando spesso da parte di questo l’obbligo di soddisfare requisiti spesso inesistenti, individuando non conformità random e quindi allungando i tempi (e i costi) per il rilascio del certificato.

Si tratta dunque di aspetti che possono logorare nel tempo il rapporto tra l’azienda e l’ente di certificazione, e che possono portare a un’esperienza complessiva davvero spiacevole.

 

Che compito ha l’ente di certificazione?

Il ruolo dell’ente di certificazione è quello anche di assistere e formare il personale di un’organizzazione al fine di renderlo conforme alla norma ISO scelta. Si tratta di svolgere una serie di attività finalizzate a verificare e attestare la conformità agli standard ISO. Questa procedura vale sia che si tratti di una certificazione sulla qualità (ISO 9001:2015), una certificazione ambientale (ISO 1400:2015) o una certificazione per la sicurezza e la salute sul lavoro (ISO 45001:2018).

Ecco i 3 errori più frequenti commessi dagli imprenditori che vogliono certificarsi

Durante l’ottenimento di una certificazione ISO possono verificarsi molti problemi legati alle procedure e all’ottenimento della documentazione necessaria. Ecco i 3 errori che non dovrai commettere:

  • Scegliere frettolosamente l’ente di accreditamento: le aziende si ritrovano molto spesso a scegliere partner che utilizzano metodi elaborati e macchinosi che possono rallentare l’accreditamento.
  • Non considerare l’aspetto geografico: per le verifiche è richiesto che l’auditor effettui delle periodiche trasferte presso l’azienda. Valutare la vicinanza geografica può essere utile per stabilire in modo più semplice quali trasferte sostenere.
  • Scegliere un ente non esperto del tuo settore: questo è un aspetto che spesso passa in secondo piano, ma che in realtà è estremamente importante. Chi conosce il tuo settore saprà meglio come gestire la tua certificazione, offrendoti le soluzioni più vantaggiose.

 

Assicurati che l’ente di certificazione sia qualificato e abbia queste caratteristiche

In un precedente articolo abbiamo parlato dell’importanza di avere già la documentazione in regola (document management) prima di avviare una certificazione. Se desideri approfondire l’argomento ti invitiamo a dare un’occhiata all’articolo in questione.

Per ottenere una certificazione in tempi certi avrai dunque bisogno di pianificazione e monitoraggio attivo, e avrai bisogno di affidarti a un ente ben organizzato e con protocolli chiari e precisi.

Assicurati fin da subito che l’ente di certificazione che scegli abbia delle garanzie come, ad esempio:

  • Massima disponibilità
  • Tempi brevi per l’accreditamento (minima attività burocratica)
  • Onerari leggeri

Aspetti fondamentali per trasformare rapidamente la tua azienda in un’organizzazione più efficiente e produttiva.

Noi di EuCI aiutiamo le aziende a ottenere la certificazione di cui hanno bisogno in tempi certi e con la massima professionalità.

Conosciamo le esigenze dei nostri clienti e operiamo in modo da offrire un servizio di qualità.

Clicca qui sotto per saperne di più.

 

Scopri i nostri servizi

 

 

Giuseppe Floris
Lead Recruiter